"Spiga d’Oro" per due coltivatori di cereali dell’Alto Adige

Congratulazioni ai vincitori!

In occasione della giornata sul Regiograno del Molino Merano, due agricoltori della Valle Isarco hanno ricevuto il premio "Spiga d’Oro 2019" per l'alta qualità della loro raccolta di farro e segale.

È dal 2011 che il progetto "Regiograno" ha come obiettivo principale quello di dare nuova vita alla coltivazione dei cereali in Alto Adige. Molino Merano coordina la semina e la raccolta del grano coltivato biologicamente e controlla la qualità dei cereali. Solo a seguito di un'accurata pulizia e macinazione ben 35 panettieri altoatesini vengono fornito con le farine dell’Alto Adige per creare prodotti da forno di ricercata qualità.

Quest'anno, per la prima volta, è stato assegnato un premio agli agricoltori per i cereali con le migliori caratteristiche qualitative. Florian Thaler del “Niederhof” a Bressanone ha ricevuto la “Spiga d’Oro” per il farro mentre Günther Mutschlechner del “Fallerhof” a Rodengo ha ricevuto la “Spiga d’Oro” per la segale. Entrambi gli agricoltori erano riusciti a raccogliere i cereali al momento giusto dopo una semina appropriata e professionale.

Oltre ai due vincitori, altri 54 appassionati agricoltori del territorio sono coinvolti nel progetto "Regiograno" e si stanno preparando per il prossimo raccolto. Già in autunno sono stati seminati quasi 100 ettari. Meteo permettendo, si potranno raccogliere quindi oltre 400 tonnellate di segale e farro di riconosciuta qualità e valore durante l’estate 2020.